voci di vescovi ucraina - domusmarcellefebvre110815

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

voci di vescovi ucraina

Notiziario (IT)

 
La voce dei Vescovi

20/02/2011 15:19:36:

Don Floriano Abrahamowicz commenta così la notizia: “La voce di questi vescovi che si alza contro l’apostasia della chiesa conciliare presieduta da Josef Ratzinger risponde ad una necessità esistenziale per la costituzione divina della Chiesa. E’ teologicamente necessario che vescovi cattolici facciano sentire pubblicamente la loro voce condannando l’apostasia. Si potrebbe interpretare l’intervento pubblico di questi vescovi del Sinodo Greco-Cattolico dell’Ukraina, figli spirituali di Josef Slipyi, (il vescovo che merita il titolo di patriarca cattolico, lui che è stato simbolo della resistenza contro la ‘ostpolitik’ di Paolo VI), come la monizione canonica che precede la dichiarazione ufficiale del decadimento dalla fede cattolica di un papa. Dichiareranno la sede vacante il primo maggio 2011? La sede vacante è stata già dichiarata da vari vescovi. Ma queste dichiarazioni non sono state percepite, udite dall’orbe cattolico intero (vedi omelia ai tradizionalisti perplessi). Lo stesso Monsignore Lefebvre non escludeva che sarebbe stato portato a doverla dichiarare, lui che metteva in dubbio che gli ultimi ‘papi’ fossero papi. Ma in modo ufficiale non l’ha fatto, bensì disse che era necessario parlarne ai fedeli “altrimenti anche i nostri tradizionalisti perderanno la fede” (vedi omelia del 05 dicembre sul sito www.domusmarcellefebvre.it, n.d.r.). Venendo meno Mgr. Fellay al suo dovere di successore di continuare la buona battaglia, si apre un vuoto teologico che prima o dopo dovrà essere colmato. Mi complimento con questi vescovi ukraini e mi auguro che altri vescovi al mondo prendano esempio dal Sinodo ukraino per confermare nella fede quel miliardo di cattolici che stanno subendo da quarant’anni lo sterminio spirituale di massa premeditato al concilio vaticano II e messo in pratica sul campo liturgico con la nuova messa e sul campo dottrinale con la nuova catechesi ispirata alla religione massonica del talmud”.Per conoscere la commovente quanto importante storia di questi vescovi e altri interessanti particolari, cliccare su Vescovi ucraini proclamano la Sede vacante se Ratzinger beatificherà G.P.II e andrà ad Assisi III ( a cura di M.G.R.). chi non aprisse il link, potrà richiedere il Pdf a christusrex@libero.itCOSA HANNO DETTO I SETTE VESCOVI:LA BEATIFICAZIONE DI GIOVANNI PAOLO II E ASSISI?PRIMA LETTERA A BENEDETTO XVIIl testo della missiva a Benedetto XVI, letta dall’Arcivescovo Elias Anthony Dohnal nella sua lingua originale e accompagnata dalla traduzione simultanea in lingua inglese, si può ascoltare sul sito Gloria Tv, alla pagina: http://en.gloria.tv/?media=126630 La versione inglese si può leggere invece sul sito: http://uogcc.org.ua/en/actual/article/?article=3970 Una traduzione in lingua italiana è proposta sul sito di Gloria Tv, alla pagina: http://it.gloria.tv/?media=127557Da essa è in parte ripresa quella qui riportata:Il primo giorno di quest’anno si è diffusa nel mondo intero una notizia scioccante. Lei ha confermato il gesto apostatico d’Assisi1. Vuole ripeterlo e canonizzarlo. Citiamo: “… allo scopo di fare memoria di quel gesto storico voluto dal mio Predecessore e di rinnovare solennemente l’impegno dei credenti di ogni religione a vivere la propria fede religiosa come servizio per la causa della pace”.Santo Padre, comprenda che con l’approvazione del gesto di Assisi Lei si è messo contro Cristo e contro il Suo Corpo Mistico — la Chiesa. Questo cosiddetto gesto storico è un totale tradimento dello stesso Cristianesimo. Invitare ad Assisi i pagani, che adorano Satana, per impegnarli a vivere la propria fede religiosa, è assurdo. Mettere idolatria pagana e Vangelo sullo stesso piano è l’eresia massima. Con ciò si nega il Vangelo e tutta la tradizione missionaria della Chiesa! Santo Padre, Pietro per tre volte rinnegò Cristo, ma si pentì quella stessa notte.1. Lei ha proclamato l’eresia pubblica.2. Hafissato la data di beatificazione dell’apostata.3. Lei stesso ha deciso di compiere un gesto apostatico, con la sua diretta partecipazione ad Assisi.In questi ultimi due anni il nostro Sinodo dei Vescovi si è rivolto con perseveranza a Lei, invitandoLa più volte ad avviare la riforma della Chiesa. Noi insistevamo sulla circostanza che la riforma della Chiesa non può cominciare, se non dal pentimento pubblico per il gesto apostatico di Giovanni PaoloII ad Assisi. È paradossale che, all’inizio di quest’anno, Lei abbia fatto esattamente il contrario, fissando la data di beatificazione del Papa apostata per il 1° maggio 2011.Il giorno in cui Lei proclamerà beato un apostata, sarà il giorno della sua esclusione dal Corpo Mistico di Cristo. Secondo Galati 1, 8-9, su di Lei graverà l’anatema di Dio — la maledizione 3.Se Lei si unirà ad Assisi con lo spirito dell’Anticristo, diverrà lo scavafossi della Chiesa. Il Papa Onorio I (4), vent’anni dopo la sua morte, fu scomunicato soltanto per aver passato sotto silenzio le eresie. Lei, come Giovanni PaoloII, passa sotto silenzio le eresie e compie inoltre un grande gesto eretico, di portata storica. Se non si pentirà, sarà responsabile dell’autodistruzione della Chiesa .3 Santo Padre, si ravveda e faccia penitenza. Come?1. Cancelli l’incontro di Assisi già programmato e faccia il contrario, ovvero un atto di pubblica penitenza per il gesto eretico di Giovanni PaoloII ad Assisi.2. Annulli la beatificazione di Giovanni PaoloII.3. Rimuova i Cardinali e i Vescovi apostati dai loro incarichi. Ordini veri Vescovi cattolici, che portino avanti una riforma interna della Chiesa.Questo vuole da Lei la Chiesa sanguinante. Questo attende da Lei il Pastore Supremo della Chiesa, Gesù Cristo stesso. Egli presto Le domanderà conto di ogni suo atto in conformità o meno a questa parola profetica.Santo Padre, i sette Vescovi del Sinodo della Chiesa Ortodossa Greco-Cattolica Ucraina pregano per Lei.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu